fbpx

Come è fatta la casa ideale

Isolata, ma nelle vicinanze dei servizi indispensabili. Luminosa, ma con aree riservate per rilassarsi e dormire bene, soprattutto nelle ore notturne. Grande, ma non eccessivamente dispersiva.

Le caratteristiche della casa ideale cambiano non solo di persona in persona, ma anche in base alla propria età e ai bisogni specifici del periodo in cui si vive. Di certo un monolocale è comodissimo quando si è studenti, ma può rivelarsi ostico quando si mette su famiglia. Così come, se si lavora in centro città ogni giorno, una villa in campagna potrebbe diventare faticosa da gestire.

Quali sono le qualità di una casa da valutare prima dell’acquisto – ma anche prima di un semplice affitto? Le riportiamo qui di seguito, cercando di far luce sui punti da valutare per capire se la casa che stai considerando è giusta o meno per te.

La casa ideale come deve essere?

Da un’indagine condotta da JJL Italia, agenzia milanese di consulenza immobiliare, sono emerse diverse caratteristiche che i futuri acquirenti valutano nella scelta della casa da comprare. Queste sono:

  • Luce naturale. La luminosità resta un fattore fondamentale che ha sempre più appeal nella scelta di una casa. Spesso sono preferiti gli ultimi piani o le case con doppia esposizione, o le ville a schiera equamente distanti che consentono una buona entrata di luce durante il giorno.
  • Connettività veloce e banda larga. Un problema che i nostri nonni e genitori non dovevano valutare è la presenza delle rete internet, della banda larga e della rete veloce che arriva direttamente all’appartamento o alla villa senza intoppi. La predisposizione di una centrale vicino alla casa fa accrescere il suo valore percepito.
  • Spazi esterni ad uso esclusivo: giardini e terrazze sono molto richiesti, soprattutto da chi abita in città, per un uso privato ed esclusivo anche se si vive in un palazzo. Questo consente di avere sempre uno spazio aperto, soprattutto per chi tiene animali in casa o in presenza di bambini piccoli.
  • Qualità dell’aria. Anche se i prezzi nel centro città tendono a essere più alti, oggi le persone preferiscono distanziarsi quanto più possibile dai punti in cui l’inquinamento dell’aria, lo smog, è più alto. Ne va della propria salute, soprattutto se si ha intenzione di rimanere in quella abitazione per lungo periodo.
  • Riduzione del rumore. L’inquinamento acustico si accompagna strettamente a quello dell’aria: il centro città può essere molto trafficato e creare per questo grande disturbo; tuttavia, alcuni appartamenti integrano infissi isolanti che fanno acquisire valore all’abitazione, proprio perché riducono il tasso di rumore interno alla casa pur trovandosi in posizioni molto trafficate.
  • Presenza di climatizzazione esclusiva. Il controllo centralizzato della temperatura interna alla casa è ancora molto diffuso negli appartamenti costruiti tra gli anni ‘70 e gli anni ‘90. Oggi la tendenza è opposta, si tende a cercare l’uso esclusivo nella scelta della climatizzazione e degli orari d’uso dei sistemi di riscaldamento e raffreddamento dell’appartamento. Il perché è spiegato nel punto successivo.
  • Risparmio energetico. Nelle case di nuova costruzione questo è un diktat inderogabile: l’appartamento deve essere realizzato nel rispetto dell’ambiente, con una riduzione quanto più possibile della materia energetica. Sono privilegiati impianti fotovoltaici, sistemi di riscaldamento controllabili, materiali di costruzione isolanti, caldaie ed elettrodomestici a basso consumo di energia.
  • Casa smart. La presenza di tecnologia moderna integrata nell’appartamento, come i sistemi di controllo vocale per l’accensione delle luci o degli elettrodomestici, interessa sempre di più le persone intenzionate ad acquistare un’abitazione. Il controllo remoto è anch’esso ben valutato, soprattutto per i sistemi di sicurezza.
  • Spazio per il lavoro. Lo smart working sta cambiando completamente l’idea di casa, che si sta trasformando da luogo privato, “opposto” alla vita di ufficio, a un luogo che integra la vita d’ufficio in spazi dedicati al suo interno. Visualizzare degli angoli da utilizzare proprio come postazione di lavoro fa sì che il cliente, freelance o in remote working, possa valutare l’appartamento con un’attenzione maggiore.
  • Senso di comunità. Chi lo dice che il vicinato non conta? Tutto il contrario: la zona, il quartiere, ma anche gli abitanti dello stesso condominio hanno una loro valenza sulla scelta finale per acquistare o meno casa. La differenza sta nel buon vicinato e nel sapere che si può sempre contare sulle persone fisicamente più prossime, specialmente per chi si trasferisce in una città diversa da quella abituale o in una zona distante dai punti di riferimento familiari.
  • Aree verdi nei paraggi. La possibilità di fare una passeggiata in un giardino comunale o attività fisica in un polmone verde in città desta l’interesse di molti potenziali acquirenti. Chi ha animali domestici, in particolare, è molto attento alla presenza di aree di sgambamento per i propri cani. Allo stesso modo, chi ha bambini in casa gradisce molto la vicinanza di un parco giochi pubblico, per favorire la socialità con altri bambini. E non solo…
  • Vicinanza delle scuole. Meglio se di passaggio rispetto al punto di lavoro, ma non necessariamente. Avere delle buone scuole vicino casa rassicura i genitori, specialmente nei primi anni di scuola dei bambini.

Temperatura ideale casa

Rispetto ai metri di valutazione indicati da JJL Italia grazie alla loro indagine, vogliamo aggiungere un tassello non sempre preso in considerazione in maniera adeguata: la questione temperatura in casa.

La temperatura in casa non dipende solo da quella esterna. Anzi, tutt’altro: una serie di fattori possono notevolmente cambiare la percezione interna della temperatura, tra questi i materiali di costruzione, la presenza di infissi isolanti e la tipologia di climatizzazione e riscaldamento, tanto più efficienti quanto più moderni.

L’umidità ideale in casa è del 50%, una percentuale che dovremmo essere in grado di mantenere quanto più possibile per rendere l’appartamento o la villa vivibile senza patire troppo il caldo. A questo concorrono ugualmente le misure di costruzione sopra indicate.

Obiettivo che nella costruzione delle abitazioni di Parco Pelorias abbiamo tenuto meticolosamente a mente: la vicinanza del Lago di Ganzirri offre un clima temperato, meno caldo del centro di città a Messina, con case singole, a schiera e villette ben areate, luminose e complete degli impianti più moderni per il risparmio energetico e il mantenimento della temperatura.

Non solo, la varietà di tipologie e metrature consente a ciascuno di poter trovare la soluzione più in linea con le proprie esigenze di spazio e di spesa.

Scopri di più sulle case indipendenti e semi indipendenti a Messina all’interno del nostro sito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevila subito e gratis

Scarica la Guida all'Acquisto Casa

Lasciaci l’indirizzo email al quale vuoi ricevere gratuitamente la Guida in formato PDF.